Aprile 19, 2024

“Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità”

Nel vangelo di oggi Gesù inizia il discorso ai discepoli dicendo loro che avrebbe dovuto dire molte altre cose ma non può farlo perché non capaci di portarne il peso e subito indica loro l’aiuto dello Spirito Santo. “Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità”.

La nostra incapacità di fronte alla comprensione dell’enormità della Parola di Dio, spinge il Signore Gesù a donarci la guida dello Spirito Santo.

Ma le sorprese di questo piccolo brano non sono ancora finite. Dopo che ha parlato dell’aiuto dello Spirito Santo fa un riferimento al Padre dicendo: Tutto quello che il Padre possiede è mio (il Figlio); per questo ho detto che (lo Spirito di verità) prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

Con grande tenerezza Gesù, quasi tenendoci per mano, parte dalle nostre fragilità per condurci alla conoscenza della consolante presenza della Santissima Trinità che è per noi la famiglia che ci accompagna nella crescita e soprattutto ci sostiene nei momenti di sconforto.

L’annuncio dello Spirito di verità, da quel primo cenacolo, non ha mai smesso di soffiare nei cuori di chi realmente lo cerca e, in duemila anni, ha portato tanti e tali frutti che confermano le parole profetiche di Gesù che oggi leggiamo nel brano di Giovanni: ”Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà”. L’oggetto o, meglio ancora, il dono dell’annuncio che ci viene fatto è la rivelazione dell’amore infinito che Dio ha verso le sue creature; un amore talmente alto che per tentare di comprenderne la portata possiamo solo alzare gli occhi e contemplare il Crocifisso.

Diac. Elio Gagliardi