CdA Diocesano

Il Centro di Ascolto Diocesano è il luogo privilegiato in cui si tessono relazioni e dove avviene l’incontro con persone che vivono situazioni di bisogno e/o di disagio, rappresenta il punto centrale del sistema dei servizi della Caritas.
Lo stile del centro di ascolto è quello della condivisione a partire dall’ascolto, inteso come Servizio cuore della relazione di aiuto, dove chi ascolta e chi è ascoltato sono coinvolti, con ruoli diversi, in un progetto che cerca le soluzioni più adatte a garantire un processo di accoglienza e di liberazione della persona dal bisogno delineando, laddove è possibile, un percorso di “riabilitazione sociale”.
In stretta correlazione con gli obiettivi prima delineati che caratterizzano l’attività del centro di ascolto, le funzioni principali sono l’accoglienza, l’ascolto, l’orientamento e la presa in carico che avviene attraverso l’ascolto attivo degli utenti, sia italiani che stranieri, effettuato da operatori e volontari della Caritas preparati a tale servizio tramite il discernimento, che è proprio del metodo Caritas, ricercando insieme le soluzioni che sono a volte reperibili sul territorio.
Il Centro di Ascolto garantisce sempre una prima risposta per i bisogni più urgenti, soprattutto a chi sperimenta l’isolamento, la solitudine e la mancanza di punti di riferimento con uno sguardo sempre rivolto al coinvolgimento della comunità parrocchiale promuovendo una cultura di solidarietà.
Per ogni persona che si rivolge al centro viene compilata una scheda: sarà come un diario sul quale annotare le tappe del percorso fatto insieme.

Nel 2018 si sono rivolte al centro di ascolto della Caritas Diocesana per la prima volta ben 214 persone, di cui 121 italiani, oltre a quelli già presi in carico negli anni precedenti (63 maschi e 58 femmine, le fasce di età coinvolte sono così suddivise: 18-30 anni 15 persone, 30-50 anni 45 persone, 50-80 anni 61 persone); 93 stranieri (65 maschi e 28 femmine, di cui 16 comunitari e 77 extracomunitari). Molte persone hanno incontrato i nostri volontari/operatori più di una volta.
Gli interventi effettuati durante l’anno 2018, circa di 700 e sono stati di vario genere come acquisto medicinali e supporti ortopedici, richieste di pagamento visite mediche ed esami specialistici, sostegno economico per trasferimenti per esigenze di salute, pagamento di utenze e contributo su canone di locazione, acquisto beni primari e alimentari, interventi a sostegno e promozione dell’infanzia, assistenza per spese scuola e università, spese e contributi straordinarie dovute a situazioni di specifica emergenza, rivolti a persone o nuclei familiari.
Inoltre ci sono pervenute anche richieste di assistenza legale, sia per italiani che per stranieri, richieste di lavoro e di orientamento al lavoro e orientamento verso servizi presenti sul territorio e ad altri servizi erogati dalla Caritas (mensa, dormitorio, ASL, sportello prestito della speranza, centro diurno, servizio guardaroba..).
Il servizio del centro di ascolto è garantito dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00.

Altro servizio svolto dagli operatori del Centro di Ascolto Diocesano, è quello di promuovere, animare, formare e coadiuvare i tanti Centro d’Ascolto zonali e parrocchiali che in questi anni, su sollecitazione della Caritas, sono sorti in diverse realtà diocesane.

Condividi