Novembre 26, 2022

Anche i capelli del vostro capo sono tutti contati

Lc 12,22-30

Nel Vangelo di oggi incontriamo un dialogo tra Gesù ed uno dei “tali” che lo seguono, nel quale questi chiede al Signore per quanti c’è speranza di salvezza; Gesù risponde e gli mostra quanto sia lontana dal concetto umano la risposta, infatti

la dimensione importante è la dimensione spirituale che ci permetterà l’ingresso, ed essa è data dalla nostra vita di fede.

La porta non sarà stretta, saremo noi che con la nostra vita saremo larghi e impossibilitati all’ingresso, la porta sarà a forma di croce perché solo attraverso la vera e sincera conoscenza della croce la porta sarà accessibile

Il Signore vuole che tutti si possa attraversare la porta e saprà variarla con la sua misericordia secondo ognuno di noi, conoscendo la verità del nostro essere della nostra fede e della nostra croce personale.

Non ci dobbiamo preoccupare della porta stretta, lo sarà solo se noi con tutto il nostro agire saremmo larghi. E’ per questo che Gesù parla dei primi e degli ultimi,

non ci sarà una valutazione umana sulle dimensioni della porta, ma misericordia ed amore divino.

diacono Salvatore Perisano