Agosto 8, 2022

La Caritas di Salerno impegnata al porto per lo sbarco dei migranti

400 migranti, provenienti da diversi paesi centroafricani, sono sbarcati lunedì nel porto di Salerno. La Caritas di Salerno, con i suoi operatori, è stata presente nelle fasi della prima accoglienza, attraverso la fornitura di generi di prima necessità: acqua, tè, merenda e succhi. Successivamente, grazie alla generosità della’Associazione L’Abbraccio Onlus, che ha fornito circa 400 pasti, e della Country House Villapiana, nella persona del sign. Giovanni Pierri e dei figli, che hanno donato altri 400 pasti e il panificio “I fornai” con oltre 500 panini, è stato possibile provvedere anche al pranzo e alla cena per tutti e, in particolar modo per i circa 90 migranti che sono rimasti temporaneamente a Salerno, anche il pranzo per il giorno seguente. La Caritas di Salerno, per affrontare l’emergenza, ha fornito oltre 4500 bottiglie d’acqua, 1000 bottiglie di tè, succhi alla frutta, latte, 1000 merendine dolci e salate, vestiario e intimo. Per il grande sforzo e l’impegno profuso, il direttore don Flavio Manzo, ringrazia tutti i volontari e gli operatori che, anche in condizioni difficili, hanno affrontato l’emergenza con grande spirito di servizio. “Un grande grazie anche a chi ha dimostrato fattivamente la propria generosità, fornendo i pasti per questi fratelli bisognosi”.