Un seminario di studi sul “povero” come via di salvezza

Si svolgerà venerdì 3 maggio presso la Pontificia Facoltà Teologica “San Tommaso d’Aquino”, a Capodimonte, il Seminario di studi dal titolo “Il povero sacramento di Cristo”, a cui tutti gli interessati possono partecipare.

L’iniziativa, promossa dall’Istituto di Cristologia, nasce in occasione della recente pubblicazione Il nascondiglio di Cristo. La concezione del povero come sacramento nell’opera di Giacomo Cusmano, edita dalla casa editrice Rubbettino. L’autrice, Lorella Parente, teologa laica dottoratasi nella facoltà napoletana, nel 2015 ha conseguito un prestigioso premio di Teologia, che l’ha vista impegnata per due anni in una ricerca sul beato siciliano Giacomo Cusmano, soprannominato “padre dei poveri”.

I temi trattati nel suo saggio costituiranno il punto di partenza del seminario. Al centro dell’attenzione, dunque, in linea con i tempi, ci sarà la figura del “povero”, inteso in ogni suo aspetto, di cui si andrà a scoprire il volto più “misterioso”, quello, per così dire, sacramentale, che ogni cristiano è chiamato a riconoscere e a difendere. Tra i relatori ci sarà anche il direttore della Caritas di Salerno Campagna Acerno don Marco Russo, oltre a esponenti di Caritas Italiana e del Boccone del Povero di Palermo.

L’appuntamento è dalle ore 9,30 nell’Aula I.

Condividi