Promozione Mondialità

Che cos’è

La promozione mondialità è l’ambito in cui la Caritas pone l’attenzione sul povero nel mondo, impegnandosi ad essere strumento per una cultura della solidarietà e privilegiando la scelta educativa prima di quella operativa. Si esprime attraverso due canali : quello locale e quello internazionale.

L’attenzione per il territorio locale ha lo scopo di creare progetti e spazi per l’accoglienza, la conoscenza e l’integrazione degli stranieri; l’attenzione all’aspetto internazionale ha lo scopo di creare reti di solidarietà con i popoli lontani sia con progetti di sviluppo sia con interventi di emergenza in caso di calamità naturali.

All’ambito Promozione mondialità sono quindi riconducibili tutte le azioni volte a stimolare: interventi nelle emergenze; interventi di cooperazione internazionale e sviluppo; cammini diaccompagnamento delle Chiese locali; azioni di difesa e tutela dei diritti dei popoli più poveri; iniziative educative alla mondialità, all’interculturalità alla pace e riconciliazione; promozione del volontariato all’estero; rete dei gruppi, associazioni, organizzazioni non governative, impegnate sul fronte della mondialità (partecipazioni a campagne, eventi, e iniziative di sensibilizzazione)

Programma 2010 – 2011

La Promozione Mondialità ha organizzato il 26 Marzo scorso una Giornata di sensibilizzazione sul tema appunto della Mondialità in collaborazione con la Fondazione Ambrosini  rivolta agli alunni di alcune Scuole di Salerno. L’obiettivo è stato quello di indicare ai giovani le realtà povere del mondo e il modo di essere attento e partecipare al loro sviluppo.

Sul piano internazionale la Caritas Diocesana  sostiene
◾in Brasile, l’opera di don Michele Perrone a favore dei bambini abbandonati;
◾in Africa, la comunità di Suore Marie Immaculèe impegnata presso la parrocchia Notre Dame de Fatime di Korhogo;
◾in Bangladesh, ,un progetto della Caritas diocesana e dell’associazione Salerno Carità Onlus, vede una nostra volontaria Maria Cristina operare a favore di quella popolazione

Condividi