Emersione 2020

Considerato che l’articolo 103, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34
prevedeva la possibilità per i datori di lavoro italiani e cittadini di uno stato membro
dell’Unione europea, ovvero per i datori di lavoro stranieri in possesso del titolo di
soggiorno previsto dall’articolo 9 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 e
successive modificazioni, di presentare istanza per concludere un contratto di lavoro
subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale, ovvero per
dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare con cittadini italiani o
cittadini stranieri che fossero stati sottoposti a rilievi fotodattiloscopici prima dell’8
marzo 2020, o che hanno soggiornato in Italia prima di tale data, come risulta dalla
dichiarazione di presenza, resa ai sensi della legge 28 maggio 2007, n. 68 o da
documentazione di data certa proveniente da organismi pubblici, si ritiene tuttora
utile ricordare, a tutti gli interessati, quanto contenuto ne l decreto interministeriale
(Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro
dell’economia e delle finanze, il Ministro dell’interno e il Ministro delle politiche
agricole, alimentari e forestali), nonche’ la Circolare congiunta, interministeriale, del
Ministero dell’Interno e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
In particolare, per quanto indicato e contenuto nelle circolare suindicata, si
evidenziano le diversa entità del contributo forfettario da versare e le modalità di
esatta determinazione e preciso calcolo del medesimo, nonché la destinazione dello
stesso.

DECRETO LEGGE DEL 07.07.2020.

CIRCOLARE INTERMINISTERIALE.

Condividi