Covid 19. La lettera del direttore e le attività della Caritas di Salerno

Carissimi,

            Mentre mi accingo a scrivere, passano davanti ai miei occhi i volti di ciascuno di voi, collaboratori, animatori, operatori e tutti i fratelli e sorelle che vivono questo momento con apprensione ma pieni di speranza che il momento presente è solo una prova da affrontare e superare insieme e con il Signore.

            Quando il male non è visibile abbiamo ancora più paura. Non sappiamo da dove arriva e come ci troverà se vigili e attenti oppure distratti ancora dalle cose del mondo. Ascoltando la Parola della Seconda domenica di quaresima ho temuto che ci fossimo trovati a vivere oggi come al tempo della torre di Babele e un’inquietudine ha attraversato il mio corpo e addolorato il mio spirito. Subito però in me, l’immagine sfolgorante del Tabor ha preso il posto della paura come per i discepoli che, sconvolti dal racconto della Croce, hanno poi sperimentato la consolazione della Trasfigurazione.

            Sono tornati a valle con le paure, le preoccupazioni ma questa volta con la speranza del cuore che la morte non era da temere ma da accogliere perché non sarebbe stata l’ultima parola, che il regno da occupare non era quello di questo mondo ma che la loro visione andava oltre il momento, comunque da vivere nel dolore, nel tradimento perché l’Amore tutto copre, tutto sana e  l’ultima parola della nostra esistenza terrena, sarà la Vita eterna, sarà il nostro traguardo finale. Oggi noi vediamo nelle tenebre, viviamo nella speranza ma quello che sarà di noi lo affidiamo, come gli Ebrei nel deserto, alla Croce che tutto salva e guarirà il cuore di ogni suo figlio.

            Continuiamo a servire il Signore, abbandoniamo la tentazione della Torre di Babele, dove l’uomo non solo si è allontanato da Dio ma lo ha sfidato, riapriamo il nostro cuore ai fratelli, ritorniamo a rispettare e trattare il creato come amministratori, ritorniamo a Dio. Ricordiamoci che siamo operai del Suo Regno, pronto a darci quanto promesso, affidiamo e portiamo a Lui nella preghiera tutti i nostri fratelli e sorelle.

Che il Signore sia in voi e vi benedica.

                        Sac. Marco Russo

                        direttore

Uniti nella preghiera, ma vigili e attenti alle indicazioni che ci vengono suggerite dagli Enti statali e dal nostro Arcivescovo Andrea, vi comunichiamo che tutti gli appuntamenti di formazione e preghiera sono annullati. Anche la pia pratica della Via Crucis che si sarebbe dovuta tenere a Campolongo è rimandata.

L’ Equipe Promozione Caritas sospende momentaneamente la formazione presso le parrocchie, ma rimane a disposizione per essere vicino ad ognuno di voi con i servizi della Caritas Diocesana. I servizi che continuano la loro attività sono: Cda diocesano, Sportello Legale stranieri, Dormitorio “Gesù Misericordioso” e Centro diurno “San Francesco di Paola”.

Nel pieno rispetto di quanto richiesto dalle autorità pubbliche e religiose.

Con affetto

                                                           Marialuisa, Monica e Pio

Condividi