Avvento 2019. Quando venne la pienezza del tempo…

Il Tempo diventò dono.

Per noi cristiani l’Avvento è proposito di tempo di attesa, di conversione, di speranza.

Maria è modello e sostegno, nel tempo, all’incontro con il Salvatore che viene, per farci trovare vigilanti ed esultanti.

È per il cristiano tempo per gioire. Perché il Signore è vicino.

È tempo per il Silenzio, che è aiuto al raccoglimento, richiamo a meditare, apertura alla preghiera interiore, preghiera di lode e di supplica.

A noi che soffriamo l’inquietudine del tempo o viviamo i nostri giorni assillati dalla mancanza di tempo, è donata la grazia di interrompere i nostri ritmi frenetici e di sostare, di ascoltare e di invocare, di accogliere e ringraziare. Il dono del Verbo, che nella pienezza del tempo si fa carne nel grembo della Vergine Maria (cf. Gal 4,4), crea nel tempo lo spazio per la libertà dell’uomo.

Per noi cristiani è tempo di prendere in braccio un bambino che è nato, un ragazzo che corre, un giovane che sogna, il papà, la mamma, il nonno, la nonna, il malato, il carcerato…

Prendiamo l’uomo che Dio sin dall’inizio ha dato nella sua azione d’amore, perché il tempo a noi dato sia vissuto come grazia che libera, perché con la Sua Voce volle che l’uomo vivesse in un luogo (terra) armonioso, bello e buono.

Allora l’Avvento sia tempo di educazione alla carità e di preghiera per noi e tra noi.

Due sollecitazioni a cui sono nuovamente invitate le comunità cristiane, a partire dalla prima domenica del periodo liturgico che conduce a Natale, quest’anno il 1° dicembre.

La Caritas diocesana offre alle comunità un opuscolo di orientamenti alla carità e ricorda ad ognuno la Giornata della Carità in programma il 15 dicembre, terza domenica di Avvento.

Ognuno è invitato, in quel giorno, a destinare le offerte alla Caritas Diocesana, che provvede a sostenere le Caritas locali, rispondendo alle richieste di tanti poveri, ma anche assicurando i servizi formativi per le parrocchie e le foranie.

Ricordiamo che la carità è senza tempo e che ogni tempo è buono per la carità.

Don Marco Russo

Condividi